Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Si consolida l’alleanza per il project cargo a supporto dell’industria italiana

Da sinistra Alessandro Becce, a.d. Fhp, e Alberto Galbiati, a.d. Mammoet

Si consolida l’alleanza per il project cargo a supporto dell’industria italiana

F2i Holding Portuale e Mammoet, che collaborano da anni sul porto di Carrara, estendono la collaborazione ad altri quattro porti nell’Adriatico per fornire soluzioni chiavi in mano

F2i Holding Portuale, espressione di F2i Sgr, il più importante fondo infrastru­tturale italiano, e Mammoet Italia, branch italiana dei leader mondiali nei sollevamenti e trasporti eccezionali, estendono la propria alleanza come fornitore di soluzioni integrate per la spedizione di beni, macchinari ed impianti nel contesto di grandi progett­i internazionali, quello che tradizionalmente viene definito project cargo. Le basi dell’alleanza sono state poste nel 2014 con la costituzione della società congiunta Porto di Carrara - Mammoet. Il porto di Carrara era ed è infatt­i tradizionalmente uno degli scali italiani più
dediti alla logistica dei grandi componenti destinati a progett­i impiantistici in tu­o il mondo. Il suo terminal, collocato al centro
di un’area con la presenza di diverse realtà industriali impegnate nel sett­ore e con una rinnovata dotazione delle attrezzature necessarie alla gestione e al caricamento su navi specializzate di carichi di grandi dimensioni e peso, è oggi proprietà di F2i Holding Portuale (Fhp), parte del gruppo F2i. Fhp è oggi il maggiore gruppo italiano nel se­ttore terminalistico dello shipping di rinfuse, sia solide che liquide.
Da Carrara sono partiti, gestiti da Porto di Carrara-Mammoet, alcuni dei più grandi moduli industriali per dimensioni e peso, con dimensioni equivalenti a un palazzo di 8 piani e una massa di 3.000 tonnellate destinati a proge­tti del sett­ore oil & gas. Le località vanno dall’Australia alla Louisiana. L’estensione dell’alleanza tra Fhp e Mammoet perme­erà, ora e nel prossimo futuro, di fornire servizi di spedizione stradale, maritt­ima nazionale e internazionale anche negli altri terminal portuali gestiti da Fhp. Di particolare interesse sono quelli posti nell’Alto Adriatico, ossia Chioggia, Venezia e Monfalcone. Questi scali sono infatt­i gli sbocchi a mare di un altro grande polo dell’impiantistica, comprende la Lombardia, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e l’Emilia-Romagna.
La value proposition dell’alleanza tra Fhp e Mammoet resta quella che ha portato alla sua stipula quasi 10 anni fa: fornire ai clienti soluzioni integrate end-to-end alle problematiche poste in ambito operativo notoriamente connotato da notevole complessità sul piano esecutivo, giuridico e contratt­uale. Nel project cargo, la buona riuscita dei progett­i dipende dal rispe­tto dei tempi e dei budget, anche e sopratt­utt­o nella fase di trasporto dal cantiere al sito dove sta sorgendo l’impianto.
“L’att­ività realizzata in sinergia con il gruppo Mammoet nella base Fhp di Carrara - a?erma Alessandro Becce, amministratore delegato in quota Fhp della società - ha permesso al nostro Gruppo di sviluppare un eccellente know-how nel sett­ore project cargo. Un know-how che non si limita alle componenti tecniche del sollevamento ma che si estende anche agli aspett­i contratt­uali sull’ingegneria del trasporto che cara­tterizzano l’‘ultimo miglio’ in questo sett­ore delicato e complesso. Grazie al network Fhp e alla consolidata collaborazione con i nostri partner siamo ora in grado di estendere alle nostre basi in Adriatico le best practice e le professionalità sviluppate in area tirrenica”.“Il contributo Mammoet si fonda sulle competenze di progett­azione ingegneristica e di esecuzione - sott­olinea Alberto Galbiati, amministratore delegato in quota Mammoet di Porto di Carrara Mammoet - Per portare a termine con successo le commesse di project cargo è sovente necessario analizzare la viabilità tra il cantiere e il porto d’imbarco, e spesso ideare e realizzare infrastrutt­ure temporanee o permanenti per l’esecuzione del trasporto, che va affrontato con un approccio ingegneristico”. La conferma e l’estensione dell’alleanza vedrà a breve l’effett­uazione di nuovi investimenti in vista dell’acquisizione di importanti commesse, alcune già a portafoglio ordini, che confermeranno il ruolo di punto di riferimento del project cargo per l’industria italiana.

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

L’evoluzione dei rivestimenti

LEGGI L'ARTICOLO
L’eccellenza italiana alla fiera K di Düsseldorf

In vetrina le novità Industrial Frigo per il controllo della temperatura e il raffreddamento. L’a.d. Penocchio: “Finalmente potremo festeggiare i nostri 50 anni”

LEGGI L'ARTICOLO
Quarantacinque anni di passione

La storia di Ima Spa è costruita attorno alla visione del suo fondatore, Luciano Sardini che oggi si porterebbe a casa con tanto orgoglio ed entusiasmo il 45° dell’azienda

LEGGI L'ARTICOLO
Guido Andriano, impresa è famiglia

L’ottantenne presidente della Facet Srl ci parla di sé e del suo modo di vivere la realtà aziendale come una famiglia allargata

LEGGI L'ARTICOLO

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl