DOSSIER
Con le mani nel futuro
Nettuno è sinonimo di qualità e sviluppo sostenibile per la cura e l’igiene delle mani

Guidata dalla famiglia Fratus, oggi alla terza generazione, da quasi cinquant’anni Nettuno realizza prodotti per il lavaggio e la cura delle mani che lavorano. Partita con la tradizionale pasta lavamani negli anni Sessanta e con le sperimentazioni del fondatore nel garage di casa, oggi Nettuno realizza creme, gel, saponi liquidi per uso quotidiano, creme barriera e spray antibatterici: “La sperimentazione per mettere a punto prodotti sempre più performanti fa parte del nostro Dna. Puntiamo non solo a sviluppare soluzioni per prevenire i problemi alle mani e per rimuovere diversi tipi di sporco negli ambienti di lavoro, ma effettuiamo ricerche anche sugli imballi, per renderli sempre più ecocompatibili. La sostenibilità per noi è un modus operandi, basato su una serie di buone pratiche produttive e su una politica di Responsabilità Sociale d’Impresa oltre che sull’adesione a progetti d’economia circolare volti a ridurre sprechi e inquinamento”. Così esordisce Marina Fratus, a.d. di Nettuno, secondo la quale adottare modelli di produzione sostenibili significa ridurre l’impiego di risorse naturali, risparmiare energia e usare sempre di più materie prime green, il cui impatto ambientale sia limitato, ridurre la plastica tradizionale e introdurre quella biodegradabile. E a proposito di imballi sostenibili, uno degli ultimi prodotti sviluppati da Nettuno è T-Duck, il nuovo supporto a muro per lavamani che unisce design e semplicità. “Rispetto a un normale dispenser a muro ha un minor ingombro e riduce la quantità di plastica nell’ambiente”, spiega Fratus. Nettuno ha ottenuto la leadership italiana nel segmento dello “Skin Care” e conquistato importanti mercati europei ed extraeuropei confrontandosi con competitors di alto livello anche per il suo servizio, che contempla lo studio e la proposta di diversificati tipi di prodotto e di packaging sia per le grandi industrie che per i piccoli interlocutori. “Sino al 2012 tutti i nostri prodotti erano destinati principalmente al comparto industry per poi aprirci a nuovi segmenti di mercato nel canale cleaning”. In linea con la policy aziendale in tema di sostenibilità, Nettuno è attiva in progetti di sensibilizzazione e conservazione culturale: “Crediamo nel valore dell’arte e sostenerla significa restituire questa ricchezza al territorio di appartenenza, in una forma di responsabilità sociale che crea valore per la comunità tutta, non solo quella di riferimento”.