IN TEMA DI...
Dalle buone idee sul bio germogliano successi
È quanto è accaduto ad AgricolliBio che ha puntato sui kiwi biologici

Esistono molte declinazioni per intendere l’agricoltura, lavoro di sacrificio e rispetto della terra. A Sezze, provincia di Latina, in quell’Agro pontino strappato alle acque, l’agricoltura biologica assume i connotati di un’azienda innovativa, che dalla terra prende e alla terra restituisce. In un ciclo di produzione che valorizza il territorio e consegna un prodotto unico nel suo genere. È questo il segreto di AgricolliBio, l’impresa, fondata nel 2012 dai giovani Alexander Feulner e Gabriele Farinelli, che ha conquistato il 112esimo posto nella classifica “Leader della crescita 2019”, la lista delle 350 aziende italiane che hanno ottenuto il maggiore incremento di fatturato tra il 2014 e il 2017. Specializzata nella produzione e nella vendita di kiwi biologici e biodinamici, AgricolliBio copre più di duemila ettari di kiwi a polpa verde, gialla e rossa (100 a gestione diretta), distribuiti all’estero e in costante espansione. Impatto zero, riduzione dell’utilizzo di plastiche nei cicli di confezionamento e un innovativo sistema di marchiatura laser dei frutti sono solo alcune delle caratteristiche che rendono l’azienda pontina leader nel settore. La filosofia di AgricolliBio è tutta nello sguardo carico di entusiasmo del giovane Alexander Feulner, in prima linea con Gabriele Farinelli nella produzione e distribuzione. Perché quando si parla di agricoltura biologica la parola business passa in secondo piano: è la terra a dettare le regole. Accade così che i kiwi di AgricolliBio diventino il riferimento internazionale dell’agricoltura biologica, per un settore che ha fatto della sostenibilità la radice principale. Un team multietnico, specializzato nei diversi ambiti della produzione e commercializzazione di prodotti ortofrutticoli freschi e disidratati. Così Feulner descrive la propria squadra. Sì, perché il clima che si respira nell’azienda di Sezze è dinamico, giovane e fortemente ancorato alla comunità. Risultati raggiunti non senza difficoltà, a causa dei sistemi penalizzanti di accesso al credito per le imprese italiane. Sono stati i fornitori, la loro fiducia nel progetto a fornire linfa alle idee di Feulner e Farinelli. Con questi ingredienti dal 2013 la AgricolliBio ha ottenuto una rapida crescita nel mercato dell’import-export, promuovendo prodotti coltivati nel rispetto del territorio e dell’ambiente seguendo i principi di una produzione etica e biologica, garanzia di successo per fornitori e distributori. A Sezze, l’Italia ha trovato il suo oro verde.

AGRICOLLI BIO
Alexander Feulner