DOSSIER
Ecosostenibilità come stile di vita
Dal 1982 la cooperativa imperiese Coseva è una garanzia

Pulizie, logistica e data entry, ma anche ecosostenibilità, facility management e, soprattutto, lavoro di squadra. Dal 1982 la cooperativa imperiese Coseva ha saputo costruire, passo dopo passo, un ampio e variegato ventaglio di attività e competenze, arrivando a operare tra Liguria, Piemonte, Lazio e Francia. “La nostra squadra è sempre stata molto eterogenea - racconta Giovanni Novello, presidente del cda di Coseva - sia dal punto di vista dei componenti, sia da quello delle attività. Dal 1982 lavoriamo in molti ambiti, dalla gestione dati al facility management, passando dalla logistica alle pulizie, che oggi rappresentano i nostri punti di forza”. Fin da subito, Coseva ha iniziato a concentrarsi nel settore delle pulizie, diventando un punto di riferimento del nord Italia. “Grazie ai nostri team specializzati - aggiunge Novello - siamo in grado di sanificare ogni ambito della grande distribuzione, compresi i reparti di pescheria e gastronomia, che necessitano di standard di igiene particolarmente elevati”. Contemporaneamente, Coseva porta avanti un core business parallelo: la logistica. “Progettiamo e gestiamo magazzini e piattaforme - precisa Novello - che ci permettono di movimentare e stoccare ogni tipo di merce. Svolgiamo anche servizi come inscatolamento, consegne e allestimento di impianti per manifestazioni”. L’attenzione e la cura dei dettagli rappresenta un valore fondante di Coseva, che si riflette anche nel rapporto coi lavoratori. “Chiediamo impegno, ma garantiamo correttezza: il 94% dei nostri 508 dipendenti ha un contratto a tempo indeterminato”, dice Novello. Oltre a investire sulle persone, Coseva punta forte sull’ecosostenibilità. “Cerchiamo di ottimizzare più dettagli, dai tipi di batterie utilizzate alla quantità di plastica impiegata. Inoltre, a metà 2019 sarà pronta la nostra nuova sede centrale, costruita con le più recenti tecnologie in materia di rispetto dell’ambiente”, anticipa Novello. Domotica, materiali fonoassorbenti, dispositivi di risparmio energetico e un impianto di pannelli solari: “sarà autonoma dal punto di vista energetico - conclude Novello - e disporrà anche di una colonnina adibita al rifornimento di automezzi elettrici”.

COSEVA
Giovanni Novello