PRIMO PIANO
Il futuro del beverage è 4.0
Internazionalizzazione, prodotti innovativi e nuove tecnologie: General Fruit, una realtà in evoluzione

Una società, la General Fruit, dalla lunga tradizione famigliare, giunta alla quinta generazione, la cui attività affonda le radici nell’800. Specializzata nella produzione e distribuzione di semilavorati e concentrati liquidi per bevande, General Fruit è guidata dalla famiglia Lochis, i cui componenti, sin dalle origini, sono “concentrati sulla qualità”, che è il filo rosso che caratterizza la filosofia di questa impresa storica. Oggi, l’azienda ha un giro d’affari di 23 milioni di euro, ma che, includendo il fatturato delle altre aziende del gruppo, raggiunge i 110 milioni, con 220 dipendenti e 550 agenti, quest’ultimi molto importanti per captare le tendenze del mercato e creare prodotti innovativi. L’impresa vanta sei linee produttive all’avanguardia, le quali fruttano oltre 20.000 tonnellate di concentrati liquidi all’anno: il 70% delle produzioni è a marchio GF, il 30% include private label per i grandi nomi del beverage internazionale, ai quali la società offre un servizio completo: dallo studio e realizzazione delle ricette, alla scelta del packaging più idoneo sino al progetto grafico dei materiali di supporto per il posizionamento del prodotto. GF distribuisce anche il marchio Del Monte di cui è licenziataria. La clientela di General Fruit è quasi esclusivamente professionale: retail, caffetterie, bar, ristorazione, hotel, gelaterie, pasticcerie, yogurterie: in altre parole, l’intero settore “fuori casa”, tranne il vending. Presidente del Cda di tutte le società appartenenti alla capogruppo GF Holding è Giuseppe Lochis, che gestisce l’attività assieme al fratello Mauro e al figlio Cristiano. “L’anno ‘rivoluzionario’ per General Fruit è stato il 1987, quando la ‘Lochis Liquori & Sciroppi’, fondata dai miei bisnonni, si trasformò da ditta individuale e artigianale in Srl, mutando radicalmente il core-business originario e passando dalla produzione dei liquori a quella di prodotti a base di frutta”. Da lì, l’impresa ha conosciuto una crescita inarrestabile, per giungere a questi ultimi anni, votati all’internazionalizzazione. “Attualmente il nostro giro d’affari è generato per l’80% dall’Italia e per il 20% dall’estero, ma puntiamo ad ampliare la quota sui mercati stranieri. Disponiamo già di due filiali europee per la commercializzazione dei nostri prodotti: General Fruit France e General Fruit Iberica e abbiamo da poco assunto tre nuove figure professionali dedicate proprio all’internazionalizzazione” dichiara Lochis. L’impresa di Credaro, oltre alle certificazioni ISO 9001 e ISO 22000, ha ottenuto la Bioagricert, la BRC Food e la IFS Food e ha investito su un gestionale ERP fondamentale per la crescita del gruppo, il JD Edwards, installato anche in ottica di globalizzazione. Una scelta talmente importante che General Fruit è stata inserita da Oracle tra le 10 società top a livello europeo del segmento PMI per l’utilizzo di JD Edwards. L’impresa è in procinto di munirsi si di pannelli fotovoltaici per ottenere il bollino verde come azienda sostenibile in termini energetici e investe continuamente in nuove tecnologie: “Questa politica ci ha consentito di contare su linee di produzione completamente automatizzate, in questo modo ci proponiamo alle grandi imprese internazionali non solo come fornitori, ma come partner nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti” conclude Giuseppe Lochis.

General Fruit
Giuseppe Lochis
Presidente