DOSSIER
Il futuro? Una fusione di maestria e innovazione
Fonderia Augusta: radici solide, flessibilità e attenzione all’ambiente  

Getti in acciaio inossidabile, leghe speciali e acciaio al carbonio in molteplici geometrie per tutte le applicazioni dell’industria che richiedono semilavorati provenienti da fusione. Una produzione personalizzata su disegno del cliente, dedicata soprattutto al settore dell’Oil&Gas e all’industria fluidodinamica: è questo il core-business di Fonderia Augusta, da sempre gestita dalla famiglia Bettoni e da poco giunta alla terza generazione. “Siamo in Italia dal 1970, da quando nostro padre ritornò dal Cile, dove aveva avviato un’altra fonderia negli anni ‘50. Da allora ci dedichiamo alla produzione di piccole serie di getti di acciaio, andando incontro alle richieste più specifiche, con fusioni che pesano da 1 solo chilogrammo, fino a 2.500 kg”, raccontano Dario, Ede, Flavio e Renato Bettoni, i fratelli che guidano l’impresa. Qualità, consegne veloci e una varietà produttiva eccezionale: sono questi i tratti distintivi di Fonderia Augusta, che le hanno consentito di fidelizzare la vasta clientela. Certificata Iso 9001 sin dal lontano 2002, la fonderia è in procinto di acquisire la Iso 14001 sull’ambiente e la nuova Iso 45001 sulla salute e sicurezza dei lavoratori. “Abbiamo investito sulla riduzione delle emissioni e sulla qualità dell’ambiente di lavoro: grazie alla linea automatica di movimentazione delle staffe con magazzino sotterraneo, le fusioni vengono raffreddate lontano dalle postazioni di lavoro, tutte dotate d’impianti d’aspirazione. Gli ambienti della nostra struttura sono ampi e luminosi, profondamente distanti da quell’idea di fonderia dall’atmosfera cupa” spiega Ede Bettoni. Non è un caso che l’impresa di Costa di Mezzate sia stata invitata a descrivere l’organizzazione dei suoi impianti dall’americana Sfsa Steel Founders’ Society of America, quale modello virtuoso. Aggiunge Flavio Bettoni: “Siamo in una fase di profondo rinnovamento: da un lato dobbiamo formare nuove leve in produzione che sostituiranno persone con anni di esperienza che andranno in pensione, dall’altro stiamo lavorando per rispondere a richieste di mercato sempre più sfidanti”. Per ampliare la presenza sul mercato, dopo Castforge18 a Stoccarda, nel 2019 Fonderia Augusta sarà presente con uno stand a IVS (International Valve Summit), evento internazionale dedicato alle tecnologie delle valvole industriali e alle soluzioni di flow control.