RICERCA & INNOVAZIONE
Il know how nella fotonica
Un’azienda lombarda è partner di importanti progetti europei, soprattutto nell’aerospaziale

Alle spalle ci sono quasi trent’anni di esperienza complessiva: prima partendo dalle microtecnologie, e quindi con lo sviluppo diretto di tecnologie fotoniche. Dall’inizio del decennio, Cordon Electronics Italia ha modificato il suo operato nel settore, diventando fornitore di aziende che si occupano di fotonica e microonde. “Forniamo soluzioni innovative, dallo sviluppo all’engineering fino al manufacturing: e siamo una realtà veramente unica in Italia”, spiega Antonello Vannucci, responsabile ricerca e sviluppo della divisione Microtech dell’azienda lombarda. In contemporanea, Cordon Electronics ha scelto di puntare sulla ricerca partecipando a progetti europei, tutti basati principalmente sulla fotonica. “La nostra funzione è coerente con il nostro know how: ovvero la parte di integrazione e assemblaggio di componenti e moduli optoelettronici e fotonici. E il lavoro fatto negli anni ci ha dato le credenziali per essere richiesti come partner per sviluppo di componenti per lo spazio”. Il più significativo dei progetti è “Optima” (Towards Demonstration of Photonic Payload For Telecom Satellites) in cui viene sviluppato da Cordon, un trasmettitore elettroottico integrato per generazione del segnale a microonde all’interno del satellite. “Questo progetto per noi è stato il driver con cui aprire molti contatti con le principali aziende europee che operano nel settore dello Spazio e proporci come partner per lo sviluppo di prodotti basati sulla fotonica integrata”.