RICERCA & INNOVAZIONE
L’innovazione nel fotovoltaico
Un grande impianto in via di costruzione a Catania può riportare in Europa la leadership del settore

Una grande linea di produzione di celle e moduli fotovoltaici, basati su una tecnologia innovativa bifacciale: per cui le celle sono incapsulate all’interno di due barre “vetro-vetro”, quindi raccolgono la luce sia dal sole che dalle riflessioni del retro. è l’obiettivo del progetto “Ampere”, un H2020 da 14 milioni di euro in via di realizzazione a Catania nel sito di Enel Green Power: che è capofila di un autorevole consorzio europeo, a cui partecipano centri di ricerca e nove partner industriali (in pratica tutta la filiera produttiva del fotovoltaico). Fra i partner italiani ci sono anche CNR ed ENEA. “è un progetto molto importante – spiega Massimo Izzi dell’ENEA -: basti pensare che nel 2017, quando è partito, è stato l’unico finanziato dalla UE sul fotovoltaico”. Dal punto di vista tecnologico è un impianto all’avanguardia, che può dare forte spinta all’innovazione. “L’obiettivo è anche riguadagnare la leadership che l’EU ha perso negli anni, a danno di Cina e India – chiude Izzi -. Con Ampere l’innovatività potrebbe tornare all’Europa, grazie alla tecnologia a eterogiunzione: che è nota a livello laboratoriale, ma non era mai stata applicata su scala industriale”.