RUBRICHE
L’emozione dolce che accende le feste 
Bauli rinnova ogni anno la tradizione pasticcera nel segno della qualità  

Le feste natalizie sono sempre un’occasione perfetta per rinsaldare amicizie di vecchia data, stringerne di nuove e progettare incontri, meglio ancora quando ci si può aggiungere il piacere della buona tavola. Se poi a tutto ciò si unisce anche il gusto per le cose raffinate e buone, il quadro è quasi completo. Per chiudere il cerchio è sufficiente un nome prezioso, esattamente come le cose buone e dolci che si producono a Verona dal 1922: Bauli.

Difficile immaginare una festa, un incontro o una serata in compagnia senza il piacere di scartare un Pandoro Bauli o una delle sue tante inimitabili proposte di pasticceria.

Soprattutto in questi giorni, infatti, la tradizione, la memoria, i ricordi, persino il tempo sembra scandito dai Pandori Bauli, ma in più, anche quest’anno, c’è quel tocco di novità e gustosa creatività che non manca mai in un’azienda come quella veronese, leader nel mercato dei prodotti dolciari da ricorrenza e nei croissant. “Bauli ha intrapreso da tempo un importante percorso di crescita - ha affermato Michele Bauli, presidente di Bauli Spa -. Siamo un’azienda proiettata al futuro, con una continua voglia di innovazione e cambiamento, ma sempre nel rispetto delle nostre tradizioni. Attraverso i nostri prodotti che puntano sulla semplicità e genuinità nell’arte pasticcera, vogliamo regalare sensazioni di morbidezza, caratteristica che contraddistingue da sempre il nostro know how”.

E infatti, anche quest’anno, Bauli vuole stupire e si presenta al mercato con eleganti e golosi dolci natalizi. Primo fra tutti il Grandolce Pan de Oro Bauli, un’autentica prelibatezza che già nella Venezia del Rinascimento compariva sulle tavole della nobiltà e che ora l’azienda veronese propone in una vesta altrettanto nobile e curata, frutto di un lungo impasto, oltre 30 ore di lievitazione naturale e di pochi selezionatissimi ingredienti: farina, burro, uova fresche e lievito madre.

Niente di più e niente di meno, ma il risultato è un autentico capolavoro di dolcezza e armonia, impreziosito da una raffinata confezione realizzata a mano, perfetta per renderlo anche un magnifico e graditissimo dono di Natale. “Ogni anno e in special modo a Natale e Pasqua - ribadisce Michele Bauli - la nostra storia di tradizione e di eccellenza si rinnova non solo valorizzando i nostri classici di sempre, ma anche sviluppando nuovi concept di prodotto per anticipare le richieste dei nostri consumatori”.

Un’altra invitante novità proposta da Bauli per le ormai imminenti festività natalizie è rappresentata dal Panettone ai 5 cereali con gocce di cioccolato. Un modo perfetto per andare incontro alle nuove tendenze alimentari di un mercato sempre più competitivo ed evoluto dando al tempo stesso valore alla tradizione e agli antichi grani. Il risultato è un goloso tributo alla storia del panettone arricchito dalla scelta di ingredienti naturalmente funzionali come il grano saraceno, il riso, il farro e l’avena.

La riconosciuta leadership produttiva di Bauli è dunque sostenuta da una lunga tradizione dolciaria artigiana, una specializzazione tecnica ormai quasi secolare, costantemente aggiornata da un adeguato e indispensabile sviluppo produttivo e tecnologico che ha portato l’azienda veronese ai vertici nazionali del settore. Bauli insomma è il brand di riferimento per chi cerca soffici bontà d’ispirazione pasticcera, curate in ogni dettaglio e perfette per rendere davvero speciali i dolci momenti delle feste così come la nostra quotidianità.

E a proposito di tradizione e di feste, il Natale non è davvero Natale senza il classico e intramontabile Pandoro di Verona Bauli, proposto come sempre nella ormai inconfondibile confezione color lilla e prodotto seguendo i canoni della più rigorosa e inimitabile ricetta Bauli, quella che custodisce la magia del Natale e l’essenza stessa delle feste passate in famiglia. Ancora una volta dunque, unendo tradizione e passione, la famiglia Bauli regala alle feste natalizie magiche dolcezze e si prepara a scrivere una nuova pagina della storia di tutti noi, quella fatta di cose semplici e buone.