DOSSIER
L’innovazione cucita su misura
FKgroup, oltre 10.000 installazioni industriali di macchine di taglio e stesura 

“Nascono macchine all’avanguardia perché subentrano nuove esigenze: i prototipi, nella nostra azienda sono all’ordine del giorno. I clienti ci scelgono per un know how che affonda le radici negli anni Sessanta, ma che si fonde mirabilmente con la parola ‘magica’ che, da sempre, guida l’intero nostro operato: innovazione”. Così esordiscono Flavio Cattini fondatore e presidente e Sergio Gori, ceo di FKgroup, gruppo industriale leader nella realizzazione di macchine di taglio e stesura per il comparto tessile, dell’abbigliamento e compositi. Il gruppo è una realtà benchmark per il settore, grazie ad alcune pietre miliari che l’hanno resa famosa nel mondo, come la prima macchina per la stesura dotata di parti elettromeccaniche, la Caron, creata da Cattini nel 1961, mentre negli anni ‘90 ha avuto inizio la produzione di macchine per il taglio automatico conveyor, col modello “TP-3002”. “Ancora oggi, dopo 30 anni, molte di quelle macchine sono operative presso i clienti! In quel periodo, con il modello “Biliardo”, abbiamo realizzato anche macchine da taglio a banco fisso, ideali per le aziende a produzioni medio-piccole e operanti in spazi ridotti”, ci spiega Flavio Cattini, la cui filosofia è sempre stata quella di “fornire una macchina a tutti”, dai grandi gruppi ai piccoli contoterzisti. Il 2007 ha segnato un ulteriore punto di svolta per questa azienda storica orientata al futuro, con l’ingresso nel pacchetto azionario dell’attuale ceo Sergio Gori (già un co-fondatore di Investronica Italia nel 1984) con il lancio di nuove macchine da stesura e da taglio automatico. In particolare tutte le macchine da taglio usano filtri del settore automotive e certificazione Iso 5011. “Ma non è tutto: abbiamo creato macchine specifiche per i grandi produttori asiatici e apparecchi per i settori del taglio dei compositi e del Kevlar. Oggi FKgroup punta sempre più alla qualità totale: nel 2017 TÜV SUD ha certificato i nostri processi produttivi con la Iso 9001-2015, mentre nel 2018 lo stesso ente ha attribuito alle nostre macchine da taglio il MEP - Machine Energy Protocol “A+ Gold” con Idcl 100 a 5,9 KW, il che indica che i nostri consumi sono quattro volte inferiori a quelli della concorrenza”, dichiara Sergio Gori. Sempre nel 2017 Cerved Rating ha attribuito a FKgroup il Rating Pubblico B1.1. In azienda, dove opera anche il figlio del fondatore, Paolo Cattini, direttore operativo, le novità non spaventano, anzi: sono una forza propulsiva. “Se vuoi bene al tuo lavoro, devi porti delle domande”, afferma con convinzione Flavio Cattini, che nel lontano 1985, durante un viaggio in Giappone, rimase colpito dal Toyota Way e dalla lean production per minimizzare gli sprechi fino ad annullarli, filosofia che ha sempre applicato all’azienda. FKgroup ha intrapreso una fase d’investimenti orientati all’internazionalizzazione. “Abbiamo aggiunto altre tre aree produttive a Osio, oltre al rinnovato stabilimento di Dalmine. Con l’ingresso nella compagine societaria dell’azienda californiana PGM System inc., abbiamo rafforzato le sinergie con gli uffici di Shanghai e Fuzhou (PRC) oltre che di Temple City (USA); abbiamo infine dato corso all’apertura di una filiale a Mulhouse (F)“ precisa Gori. Altri valori aggiunti di FKgroup sono la facoltà di risolvere rapidamente i problemi tecnologici della produzione, d’installare in tutto il mondo impianti per il taglio automatico e la stesura dei tessuti, garantendo una capillare assistenza post vendita, e di fornire gli applicativi software necessari dallo stile alla progettazione dei modelli. “Anche in futuro, manterremo la nostra notevole capacità di adattamento alle repentine necessità del mercato”, conclude il presidente.