RUBRICHE
L’italian made che piace al mondo
Ocrim, da oltre 70 anni il top player dei grandi impianti molitori  

I consumatori sono sempre più sensibili al tema della qualità e sicurezza di ciò che mangiano. Un’attenzione che non si sofferma solo sul prodotto alimentare, ma che arriva anche a valutarne la provenienza e persino la lavorazione. In altre parole, in una filiera davvero controllata, diventano sempre più importanti anche le macchine industriali utilizzate e le relative tecnologie produttive. Un settore importantissimo che in Italia, e ormai anche nel mondo, è ben presidiato da OCRIM, azienda che dal 1945 opera nel settore molitorio e nella fornitura di silos e trasporto cereali. Ocrim è, dunque, il partner ideale per vincere le sfi - de del segmento farina, pasta e bakery, ma al tempo stesso è anche il partner indispensabile per chi vuole realizzare impianti per la produzione di mangimi per ovini, pesci, bovini e pollame. Tutto quanto fa molino è dunque racchiuso perfettamente in un’azienda che da Cremona, sua sede storica, ha saputo allargare i propri confini fino ad essere ormai considerata il referente esclusivo per la realizzazione di alcuni dei più grandi impianti molitori industriali nel mondo. Innovazione ed export sono le linee guida preferenziali dell’azienda lombarda, nata 73 anni fa dallo slancio imprenditoriale della famiglia Grassi e oggi guidata da un management di altissimo livello e proteso sempre di più verso nuovi mercati e nuovi prodotti.

“Tutto è sempre perfettibile - spiega il presidente Sergio Antolini, che con la famiglia guida l’azienda da una decina d’anni - e proprio per questo motivo non diamo mai niente per scontato e continuiamo ad investire risorse economiche e umane nel settore della ricerca e sviluppo. Infatti, il 4,5% del fatturato viene reinvestito in attività di ricerca e sviluppo, acquisti di macchinari di ultima generazione e miglioramenti dei processi produttivi. Tra i recenti investimenti aziendali, possiamo citare: l’aumento delle superfici coperte, per un valore totale di 20.000 m2, in cui rientra una nuova palazzina servizi che ospiterà parte degli uffici, la mensa e gli spogliatoi; un secondo magazzino verticale e un secondo impianto fotovoltaico”.

In termini di R&D, invece, sono state introdotte soluzioni che consentono di incrementare la sicurezza nel processo di trasformazione dei cereali attraverso l’impiego di rulli in titanio, mole diamantate e stacci antimicrobici. Il connubio tra le idee innovative degli ingegneri e la manodopera di tecnici e operai di grande esperienza permette ad Ocrim di essere conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo come un’azienda 100% Italian Made di altissima tecnologia, qualità e sicurezza. Garanzie che ci permettono di conquistare diverse commesse internazionali di assoluto valore, vere eccellenze come le recenti costruzioni: un impianto molitorio da 350 t/24h in Egitto per El Khattab Company For Mills, il nuovo impianto a mais finalizzato alla produzione di gritz da 240 t/24h in Romania per Kalizea, 3 linee produttive da 1.200 tonnellate al giorno ciascuna per PT. ISM Bogasari Flour Mills (Indonesia), l’upgrade del molino a grano hard da 250 t/24h per Rogers Foods Ltd (Canada), 2 impianti molitori da 650 t/24h di grano hard e tenero per San Miguel Mills (Filippine), un impianto molitorio da 700 t/24h per North Dakota Mill (USA) e un impianto a grano duro da 300 t/24h per Molinos de Costa Rica S.A. (Costa Rica). Per Ocrim, dunque, performance aziendali di altissimo livello ed obiettivi global sono ormai un dato acquisito, tanto che la voce export rappresenta il 95% del fatturato aziendale. Infatti, come già accennato, nel panorama meccanico industriale internazionale la presenza di Ocrim è ormai consolidata da decenni di grandi successi nei cinque continenti.

“La formula del nostro successo è sempre la stessa ovunque nel mondo: qualità Italian Made, progetti ‘chiavi in mano’ e una struttura organizzativa in grado di rispondere in maniera ottimale a tutti gli aspetti normativi relativi alla sicurezza ed all’impatto ambientale. Alla fase progettuale e costruttiva viene poi sempre assicurata l’erogazione di servizi atti non solo a consegnare al cliente un prodotto perfetto, ma garantendone la corretta messa in funzione e tutte le fasi di assistenza. Un servizio - conclude il presidente Sergio Antolini - che fa la differenza rispetto agli altri competitor e che spesso comprende anche lo sviluppo di miscele specifiche di farine per la produzione di prodotti personalizzati secondo le esigenze di ogni singolo mercato e cliente. Un vero e proprio valore aggiunto che permette alla nostra azienda di proporre ai clienti soluzioni adeguate e diversificate”. Ocrim ovviamente non è solo orientata al cliente, ma anche all’ambiente, una responsabilità sociale che prevede sempre scelte eco-sostenibili e un piano energetico a lungo termine basato sulle energie rinnovabili per un’impronta ambientale sempre più leggera.