DOSSIER
Solcando il futuro della cantieristica
I primi quarant’anni di Zincaf nelle riparazioni navali

A quarant’anni dagli albori, e dopo migliaia di riparazioni effettuate, Zincaf è una pagina di storia della cantieristica italiana. Nata poco dopo la Seconda Guerra Mondiale, e rilevata in seguito da Franco Guerci, rappresenta l’esempio perfetto di come coerenza, costanza e abnegazione, prima o poi, paghino. Oggi Franco Guerci, cuore e motore con Alfredo Sadowski e Silverio Dall’Asta di Zincaf, può vantare un gioiello d’azienda, in grado di affrontare il mondo delle riparazioni navali a tutto tondo, tra carpenteria, meccanica e pitturazioni. Nel 1978, dopo tredici anni come lavoratore dipendente, forte dell’esperienza lavorativa precedente, “nella quale mi distinsi in due campi: affidabilità e puntualità”, racconta Guerci. Due qualità, due attitudini, che diventano presto il marchio di Zincaf, oggi azienda consolidata nel settore, con clienti provenienti da tutta Europa come Silversea o Tirrenia e un fatturato di milioni di euro. “Abbiamo lavorato per anni - prosegue - con armatori del calibro di Peter Deilmann e collaboriamo con i maggiori cantieri di Genova”, riparando qualsiasi tipo di imbarcazione. Il futuro di Zincaf? “L’intenzione nel futuro è di lasciare il ponte di comando ai giovani, sperando che continuino con passione quello che abbiamo costruito”.