RICERCA & INNOVAZIONE
Tutti i mari in un solo sito
Un importante rinnovamento tecnologico per l’infrastruttura pan-europea SeaDataNet

Da molti anni esiste un’infrastruttura pan-europea dedicata ai dati oceanografici, SeaDataNet. Una realtà fondamentale per ogni tipo di informazione relativa ai mari europei: basti pensare che oggi il sito www.seadatanet.org contiene oltre due milioni di dati di oceanografia fisica, chimica, geologia, batimetria, geofisica e biologia, in gran parte accessibili liberamente. Ma il mondo della tecnologia cambia velocemente: si è allora resa necessaria una massiccia operazione di rinnovamento dell’infrastruttura, con un ampliamento delle tipologie dei dati ed ulteriori servizi disponibili on-line grazie alla tecnologia cloud e High Performance Computing. È lo scopo del progetto SeaDataCloud, un H2020 a cui partecipano ben 56 partner di 29 paesi, coinvolgendo di fatto tutti i mari del continente. Fra i partner c’è anche l’ENEA, tramite il Centro Ricerche Ambiente Marino S. Teresa: “il centro è uno dei produttori dei dati, ed inoltre ha la responsabilità della comunicazione del progetto”, spiega Leda Pecci dell’ENEA. “Il miglioramento dell’infrastruttura tramite questo progetto potrà essere utilissimo per una vasta platea di utenti, dagli scienziati dell’ambiente marino fino alle società che operano in ambito privato: per tutti saranno disponibili nuovi servizi all’avanguardia e più semplici modalità di accesso e fruibilità dei dati”.