DOSSIER
Un arcobaleno di colori
Tre fratelli, un sogno: Diemme Fiori, dal 1991 a oggi in tutto il mondo

Nell’estremo ponente ligure, poco distante da Sanremo e dalla Francia, sorge una perla del ­ orovivaismo italiano: Taggia. Fabio, Paolo e Barbara Di Massa conoscono ogni angolo di quest’oasi di colori e, nel 1991, hanno creato Diemme Fiori. “Abbiamo mosso i primi passi - ricorda Paolo Di Massa - sul mercato italiano. Siamo partiti dal piccolo, ma lo abbiamo subito superato alzando il tiro: all’epoca tutti puntavano al mercato europeo, noi abbiamo deciso di andare oltre”. Per poterci riuscire, i fratelli Di Massa hanno messo a punto quella che diventerà la colonna portante di Diemme Fiori: un sistema di consegne all’avanguardia. “Oggi siamo una squadra da più di trenta persone, attrezzata per affrontare qualsiasi tipo di mercato: non c’è Paese che non riusciamo a toccare”. Una costante ricerca dell’inesplorato, una preparazione di primo livello e un’alta reattività hanno portato Diemme Fiori a crescere esponenzialmente. “Ogni anno si affaccia sul mercato internazionale un Paese nuovo, come recentemente accaduto con Corea e Russia, in cerca di prodotti di qualità - conclude Di Massa -. In 27 anni, Diemme Fiori è arrivata a toccare ogni angolo del globo. Esportiamo principalmente i prodotti della nostra terra: ranuncoli, anemoni, ginestre, mimose e tutte le fronde ornamentali”.

DIEMME FIORI SRL
Paolo Di Massa