DOSSIER
Un’impronta tecnica inconfondibile
Tecno-Beton, leader di soluzioni hi-tech nell’ambito del betonaggio

“Abbiamo sempre garantito ai clienti un servizio completo e affidabile, svolto con passione, energia e massima professionalità. Ciò che ci contraddistingue è il desiderio d’innovare e migliorare continuamente. Quella con i committenti è una vera e propria partnership, un sodalizio di fiducia. E i nostri clienti non sono aziende qualunque: sin dagli inizi di questa avventura imprenditoriale, abbiamo scelto di collaborare con gruppi ben strutturati e organizzati, grandi nomi in ambito cementizio”. Così esordiscono Simona Bianchi e Livio Betelli, alla guida di Tecno-Beton, fondata nel 1983 come impresa installatrice e collaudatrice d’impianti di betonaggio, che nel 2000 si è trasformata in una società di progettazione e costruzione degli impianti stessi, implementati con soluzioni tecniche ad alto valore aggiunto, spesso progettate su misura. “Siamo tra i pochi a utilizzare ad esempio: coclee verticali per ridurre gli spazi nei cantieri come pure soluzioni per il lavaggio dei mescolatori. Si tratta di prodotti alternativi e all’avanguardia per una manutenzione realmente ottimale. I nostri sistemi di lavaggio automatici consentono di evitare l’intervento dell’operatore, garantendo maggior sicurezza, funzionalità e risparmio”. Soluzioni, quest’ultime, studiate da Livio Betelli, frutto di anni e anni di osservazioni pratiche, esperienza e know-how. Oltre all’ampia gamma di proposte impiantistiche nel settore del calcestruzzo, Tecno-Beton dall’anno scorso offre alla committenza un servizio ancora più completo, che va dall’estrazione al prodotto finito. In che modo? Grazie all’ampliamento del settore cave: con questo comparto e soprattutto grazie a un team qualificato e preparato l’impresa sviluppa e può offrire soluzioni a 360 gradi dalla cava al betonaggio in collaborazione con esperti sul campo e grazie al costante confronto con clienti e cantieri per la valutazione delle esigenze produttive. Al core business di Tecno-Beton, si è quindi aggiunta la realizzazione d’impianti di premiscelati, frantumazione e selezione lavaggio inerti - grazie alla quale l’impresa bergamasca ha acquisito committenti del calibro di Mapei e Laterlite e Gras Calce. Tecno-Beton mette a punto anche parte dei dispositivi montati su draghe in Italia, nell’ambito dell’escavazione subacquea, tramite la commercializzazione delle draghe della tedesca Rohr Bagger, mentre ha recentemente siglato un accordo per la distribuzione nel nostro Paese delle macchine da frantumazione Astec, multinazionale statunitense. “Questa strategia di diversificazione e di ampliamento del servizio ci ha consentito di registrare un ottimo incremento del fatturato”, puntualizzano i titolari. Tecno-Beton offre la garanzia delle certificazioni di qualità Uni En Iso sin dal lontano 2000. “Ci impegniamo da sempre nella ricerca della qualità del prodotto e del servizio: negli anni abbiamo ottenuto e implementato le certificazioni nel sistema di gestione per la qualità nei settori: AE 18 progettazione, AE 17 costruzione e EA 28 per l’installazione in cantiere”. Gli investimenti annuali in ricerca e sviluppo, nella formazione aziendale, nel rispetto dell’ambiente, nella gestione di salute e sicurezza e il costante rinnovamento tecnologico del parco macchine, permettono all’impresa di raggiungere costantemente gli obiettivi qualitativi prefissati. “Operando continuativamente nel rispetto del nostro modello organizzativo, garantiamo ai nostri clienti una piena collaborazione del rapporto di sostenibilità” aggiunge Livio Betelli. Scegliere un impianto Tecno-Beton significa ottenere efficienza, assieme a una collaborazione preziosa, che si protrae nel tempo.