Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > Come cambiano i fiumi

La frazione di reticolo idrografico effettivamente interessata al flusso idrico è solamente una parte - sempre variabile nel tempo - della rete complessiva di un corso d’acqua. Questo fenomeno si osserva non solamente in zone aride, ma anche in climi umidi come quello alpino. Questa foto in particolare rappresenta la parte arriva (in celeste) e quella temporaneamente secca (in arancio) del Rio Valfredda, uno splendido torrente Dolomitico nel comune di Falcade. Il rilievo si riferisce al mese di settembre del 2020

Come cambiano i fiumi

Studiare i reticoli idrografici dei corsi d’acqua per capirne le dinamiche e sviluppare politiche di protezione

I fiumi hanno sponde, tracciati e foci che raramente cambiano sotto i nostri occhi: normalmente siamo abituati a ritenerli elementi statici del paesaggio. In realtà i corsi d’acqua sono oggetti vivi, che si espandono e si contraggono come un battito cardiaco, in risposta soprattutto al variare delle condizioni climatiche. E i cambiamenti che riguardano i reticoli acquatici possono avere implicazioni importanti da vari punti di vista: sulla biologia, sulla chimica, sulla fisica dell'alveo fluviale… Si occupa di questo il progetto “DyNet”, un Erc (www.erc-dynet.it) di cui è destinatario il professor Gianluca Botter dell’Università di Padova. Obiettivo è monitorare i cosiddetti “fiumi temporanei” - quelli che per alcune parti dell’anno si asciugano - per capirne le caratteristiche e i servizi ecosistemici connessi, e sviluppare politiche di protezione ad hoc. “Stiamo facendo misurazioni sperimentali su quattro bacini, che individuano reticoli molto diversi per condizioni ambientali complessive”, spiega Botter. E quindi un fiume prealpino svizzero, uno nel cuore delle Dolomiti, uno nel Viterbese e uno in Calabria, dove l’aridità è molto più alta. “Abbiamo utilizzato tecniche innovative per mappare questi bacini ed effettuato centinaia di osservazioni, realizzando un database unico, di cui siamo molto fieri: perché il lavoro sperimentale è stato duro, e ha integrato varie tecniche, dal camminare lungo il reticolo con il Gps, all’utilizzo di droni e di camere termiche o multispettrali per rilievi, fino alle fototrappole”. Anche a livello teorico, il progetto ha già dato risultati importanti. “Abbiamo compreso la ratio attraverso cui le varie parti di un reticolo si accendono e si spengono - continua il professore - C’è un ordine gerarchico basato sul concetto di persistenza, e mano a mano che il fiume si espande si accendono i tratti meno persistenti. Una scoperta che ha molte ripercussioni: ci consente di prevedere lo stato di nodi che non sono stati osservati, e facilita le operazioni di monitoraggio, che altrimenti sarebbero problematiche. Infine, abbiamo studiato come il clima condiziona in maniera decisa l'estensione del reticolo attivo: nelle zone più aride la variabilità relativa della lunghezza è più marcata nel tempo; nei climi umidi le fluttuazioni sono più ridotte”. Nei prossimi anni si cercherà di ampliare il dataset a disposizione: “Affinando le tecniche di monitoraggio e coinvolgendo anche chi si trova sui territori e può osservare direttamente lo stato del reticolo, per avere dati sempre più affidabili”. 

Condividi su:

Posizione geografica dei quattro siti sperimentali del progetto ERC “DyNET”: il Rietholzbach (Svizzera), il Valfredda (Veneto), il Montecalvello (Lazio) ed il Turbolo (Calabria). Le due mappe indicate dalle frecce mostrano la distribuzione spaziale del grado di persistenza (percentuale di tempo durante la quale un ramo è attivo) nei bacini del Valfredda (sinistra) e del Turbolo (destra)

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl