Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > La Sicilia sarà “hydrogen valley”

La Sicilia sarà “hydrogen valley”

Il progetto H2020 capitanato dal Cnr Itae per realizzare sull’isola un sistema di co-generazione di energia elettrica e idrogeno

Già da diversi anni, la UE ha identificato l’idrogeno fra i principali combustibili alternativi al petrolio. In questa logica, garantire una densità minima di stazioni di rifornimento di idrogeno è un prerequisito fondamentale per garantire un ampio mercato per i veicoli alimentati con questo combustibile. La Sicilia si pone al centro di tale transizione energetica: il ministro dello sviluppo economico Horizon 2020 - PON 2014/2020 “CheapH2” intende “contribuire alla realizzazione di una ‘hydrogen valley’ siciliana, attraverso l’ampliamento di un sito sperimentale già esistente a Capo d’Orlando”, spiega Vincenzo Antonucci, direttore del Cnr Itae. Il progetto è infatti coordinato da Meridionale Impianti in collaborazione con Sol Spa e l’Istituto di Tecnologie Avanzate per l’Energia “Nicola Giordano” del Cnr, e mira allo sviluppo industriale di un sistema compatto di co-generazione di energia elettrica e idrogeno da gas naturale per stazioni di rifornimento. “Gli elementi principali che caratterizzano la ricerca - spiega il coordinatore scientifico Marco Ferraro, del Cnr - riguardano la progettazione e la realizzazione di un sistema integrato e innovativo, costituito da tecnologie a elevata efficienza e ridotto impatto ambientale, per la produzione e la purificazione di idrogeno, da utilizzare per l’alimentazione di veicoli a celle a combustibile”. L’utilizzo del concetto di co-generazione rappresenta un’opzione concreta per offrire un sistema flessibile e competitivo per la produzione on-site di idrogeno. “E l’area di Capo d’Orlando - spiega la collega Laura Andaloro - attrezzata per testare tecnologie innovative ad alta efficienza e a basso impatto ambientale, è una piattaforma energetica dimostrativa il cui scopo principale è l’autosostentamento: ovvero far sì che la domanda energetica venga totalmente soddisfatta da fonte rinnovabile e non gravi sulla rete elettrica”. Infine, una parte importante per la realizzazione di sistemi compatti per la produzione distribuita di idrogeno è lo sviluppo di catalizzatori efficienti e a basso costo. “Al riguardo, CHeaPH2 utilizza catalizzatori strutturati che sono al centro di due paradigmi emergenti della moderna ingegneria chimica - chiude il ricercatore Antonio Vita – l’adozione di sistemi catalitici strutturati rappresenta una soluzione alternativa ai sistemi convenzionali capace di promuovere la dissipazione e il riutilizzo del calore di reazione e ridurre la caduta di pressione, migliorando allo stesso tempo il trasferimento di massa”. 

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

L’Italia nello spazio: un ruolo di primo piano

Il punto sulle prospettive della space economy per l’imprenditoria italiana secondo il sottosegretario Riccardo Fraccaro

LEGGI L'ARTICOLO
L’Italia all’avanguardia nel monitoraggio satellitare dei siti culturali

Dario Franceschini

LEGGI L'ARTICOLO
Lo spazio è sempre più vicino Gian Paolo Manzella

Sono tecnologie e innovazioni sempre più centrali per le attività quotidiane. L’onorevole Manzella: “È un vero e proprio ecosistema industriale italiano”

LEGGI L'ARTICOLO
Difesa del World Heritage, Italia in primo piano

I sistemi di monitoraggio di Leonardo a tutela del patrimonio culturale mondiale

LEGGI L'ARTICOLO

Una comunicazione integrata,
mirata e personalizzata

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi.

Anche per questo la rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” è, infatti, in grado di attivare un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl