Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > La tecnologia che protegge

Lucia Borgonzoni, sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura

La tecnologia che protegge

Salvaguardia dell’ambiente, al servizio della protezione civile e tutela dei beni culturali: l’onorevole Lucia Borgonzoni illustra le bisettrici dell’impegno del Governo

L’Italia è uno dei Paesi europei all’avanguardia per quanto riguarda la ricerca in campo aerospaziale, con tutte le implicazioni positive e lungimiranti che ciò comporta: anche in termini di applicazione dei dati e dei risultati raggiunti in svariati ambiti economici, sociali e culturali. Non è una novità, per esempio, che da tempo si lavori sull’utilizzo dei dati satellitari per la tutela e la salvaguardia dei beni artistici e architettonici del nostro immenso patrimonio culturale: dai progetti pilota avviati alcuni anni fa al Parco del Colosseo e a Pompei fino alle esperienze sorte nei mesi più recenti, che si svilupperanno ancor maggiormente negli anni a venire. In questo processo virtuoso - che intende unire la tutela del patrimonio a una miglior fruizione da parte del visitatore - avrà un ruolo importante anche la nuova piattaforma “CosteLab”, pre-operativa da un paio di mesi, finalizzata al supporto della gestione delle tematiche costiere per attività di protezione civile e tutela ambientale e protezione dei beni culturali. “In una nazione come l’Italia a forte rischio idrogeologico, sismico, di erosione delle coste, l’intervento del Ministero e del Governo per tutelare il patrimonio culturale è stato, è e sarà grandissimo”, sottolinea l’onorevole Lucia Borgonzoni, sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura. “Stiamo sviluppando un sistema di fruizione ecosostenibile nella direzione e nella consapevolezza del turista che si reca in un sito, che sia un sito archeologico, un museo, qualunque sito del nostro Paese. Questo sistema, nel tempo, si è implementato trasformando il modello Italia in un modello a più sistemi di operatività: basato su quello che rimane il controllo della persona, del tecnico che si reca in loco a vedere quello che sta succedendo, unito a quella che è l’intelligenza artificiale, tramite i droni e il controllo satellitare”. Da diversi anni, cioè, l’Italia ha iniziato a sviluppare una serie di sistemi e di prototipi che sono stati già sperimentati e quindi presentati al mondo intero durante specifici convegni. “Il modello di controllo e tutela del patrimonio a cui stiamo lavorando deve pensare a interventi che siano non solamente attivati nel momento in cui sono necessari, ma vadano programmati per tempo, per non arrivare a situazioni in cui non sia possibile recuperare totalmente l’area o il sito interessati da eventi calamitosi”. A luglio dello scorso anno, il Parlamento ha votato all’unanimità una mozione per chiedere maggiori interventi - sia economici sia di sistema - su questi provvedimenti sistemici, usando tutto quello che riguarda l’industria legata al controllo satellitare e tutte le nuove tecnologie, che diventano fondamentali. E il Ministero della Cultura italiano sta operando anche a livello europeo, attraverso bandi che vanno proprio nella direzione che tuteli il bene culturale attraverso le nuove tecnologie. “Ci aspettiamo che la tutela dei beni culturali e di quello che sono gli investimenti sulle nuove tecnologie diventino sempre più centrali, anche nel programma europeo di Osservazione della terra Copernicus - chiude Borgonzoni - La cultura e il controllo patrimonio culturale devono diventare priorità: anche per esportare il modello Italia in tutto il mondo, un modello Italia che è promosso dal Ministero, ma che chiama in causa le tante aziende legate alle nuove tecnologie che in Italia vedono sempre più luce e sempre più centralità in tanti ambiti e possono primeggiare e portare modelli virtuosi in tutto il mondo”. 


 

Condividi su:

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl