Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > Nano materiali 2D per la fotonica Terahertz

Nano materiali 2D per la fotonica Terahertz

Lo sviluppo di tecniche per la fabbricazione di prototipi ultrasottili e ultraleggeri

La Commissione Europea ha indicato nella fotonica una delle Key Enabling Technologies. Il mercato globale dei prodotti legati alla fotonica vale attualmente oltre 600 miliardi di euro (la quota europea incide per il 15% circa, ed è seconda solo alla Cina), e le sue applicazioni riguardano numerosi settori: elettronica, difesa e sicurezza, imaging in biomedicina, telecomunicazioni, manifattura con sorgenti laser e lavorazione a luce concentrata, mobilità elettrica, tanto per citare solo le più importanti. Fra i progetti H2020 in corso che si occupano di questo tema c’è DiSeTCom (Dirac Semimetals based Terahertz Components), coordinato dal professor Yuri Svirko dell’Università della Finlandia Orientale. Del consorzio è partner anche Narrando, già spin-off dell’Università di Salerno e start-up innovativa (che sta concludendo in parallelo il lavoro svolto sul progetto RISE “Graphene 3D”, ormai prossimo al termine). Il nuovo progetto si riferisce invece alla ricerca e all’innovazione nel settore della fotonica per le applicazioni relative all’intervallo di frequenze dei Terahertz. Partendo da solide basi teoriche - approcci ab initio e di legame stretto per il calcolo di parametri di semimetalli Dirac bidimensionali, quali graphene, silicene, germanene, calcogenuri di metalli di transizione - e impiegando i più attuali avanzamenti della nano elettronica, DiSeTCom (che ha già prodotto 29 pubblicazioni) si propone di sviluppare tecniche praticabili per la fabbricazione di prototipi di componenti THz ultrasottili e ultraleggeri: come per esempio lenti, filtri o polarizzatori, tutti con prestazioni superiori a quelle attualmente disponibili. Il Consorzio comprende otto partner (cinque istituzioni di ricerca e tre piccole-medie imprese di quattro differenti Paesi, Finlandia, Italia, Lituania, Regno Unito). “All’interno del progetto, la nostra azienda svolgerà attività di sintesi e caratterizzazione di materiali 2D, soprattutto per le proprie competenze relative al grafene e al bisolfuro di molibdeno e tungsteno”, sottolinea Paolo Ciambelli, professore emerito dell’Università di Salerno, CEO e co-fondatore di Narrando. “Oltre alla diretta collaborazione con l’Università di Roma TorVergata, che è uno dei partner istituzionali, per le ricadute imprenditoriali ci si avvarrà del partner Teravil, che ha un’ampia esperienza nell’innovazione e nel trasferimento tecnologico THz”. 
 

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

La bioelettronica applicata alle patologie cardiovascolari

È uno dei risultati più importanti di un progetto ormai in chiusura, che studia il sistema cardio-cerebro-vascolare

LEGGI L'ARTICOLO
Sostanze tossiche e rischi cardiaci

Una piattaforma innovativa per la valutazione della cardiotossicità

LEGGI L'ARTICOLO
I droni che aiutano le coltivazioni

Machine learning al lavoro, con risultati di altissima precisione, fra la vite e il carciofo

LEGGI L'ARTICOLO
Se acqua ed energia vanno a braccetto

Un progetto interdisciplinare con diversi obiettivi, fra cui affrontare congiuntamente gli effetti del climate change

LEGGI L'ARTICOLO

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl