Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > Per un’Europa bella, inclusiva e sostenibile

Alessandro Rancati e Montserrat Martin Ferrer

Per un’Europa bella, inclusiva e sostenibile

Una nuova Unità del Joint Research Centre sta lavorando alla definizione e implementazione del Nuovo European Bauhaus, iniziativa dalla Commissione Europea aperta a tutti i cittadini

Il Bauhaus, di cui si celebra il centenario, è stato probabilmente il più importante movimento architettonico europeo dell’ultimo secolo, anche per i suoi innumerevoli rimandi socio-culturali. Cent’anni dopo, in un’Europa duramente condizionata dalla pandemia, la presidente von der Leyen ha recentemente lanciato l’idea di un Nuovo Bauhaus Europeo: per usare le sue parole, “una piattaforma collaborativa del design e della creatività, in cui architetti, artisti, studenti, scienziati, ingegneri, designer e chiunque desideri contribuire possa realizzare questa visione…

Un movimento basato sulla sostenibilità, l’inclusività e l’estetica, mirante ad avvicinare il Green Deal europeo ai cittadini e porre al centro della vita quotidiana il riciclaggio, le energie rinnovabili e la biodiversità”. Detto fatto: a dicembre, poche settimane dopo l’annuncio, all’interno del Joint Research Centre si è costituita una specifica unità dedicata a questo tema.

Assembla competenze assai diverse - architetti, fisici, designer, economisti, avvocati - e ha lo scopo di favorire la conoscenza del progetto nei diversi Stati membri. “Partiamo dai concetti chiave indicati dalla presidente: lo scopo è creare luoghi ed edifici che siano belli, anche in termini di qualità delle relazioni, inclusivi, ovvero non conflittuali, e sostenibili, perché l’ambiente è una delle priorità assolute”, spiegano Alessandro Rancati, architetto italiano, e Montserrat Martin Ferrer, fisica spagnola, entrambi membri dell’unità Jrc.

“Tramite il confronto appena avviato con i nostri interlocutori vorremmo individuare in particolare tre cose: esempi di European Bauhaus che già esistano attorno a noi, e idee, visioni, memorie, ispirazioni che possano aiutare a costruire cose nuove. Oltre che quali siano le priorità, secondo i cittadini e gli stakeholder”.

La task force sta lavorando con grande entusiasmo, e a ritmi davvero serrati. “È un progetto di speranza, anche motivazionale: c’è un’enorme energia positiva, una grande volontà di contribuire, peraltro aperta davvero a tutti i cittadini. Anche per noi è un’esperienza molto importante.

È una delle prime volte che si fa partire un processo dal basso, questa unità è sperimentale anche per la Commissione Europea in generale. Siamo un po’ come una start-up: ci rende fiduciosi il fatto che stiamo aprendo canali diretti dal basso all’alto, rompendo la distanza che solitamente si crea fra istituzioni e cittadini”.

Condividi su:

Progetto Bauhaus

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” rruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl