Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > Soluzioni tecnologiche “casalinghe” di supporto per anziani e bambini

Soluzioni tecnologiche “casalinghe” di supporto per anziani e bambini

Un anno di screening per una piattaforma in grado di verificare i segni di declino nell’anziano, o i primi segni di disturbi dell’apprendimento nei bambini

L’esplosione della pandemia indusse la Ue a creare specifiche call per progetti “veloci”, finalizzati a sviluppare tecnologie innovative in grado di alleviare le conseguenze del virus. Fra questi c’è “Essence”, coordinato dal  Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (Deib) del  Politecnico di Milano e partecipato da altri partner italiani, accademici (l’Università di Milano e  l’Università dell’Insubria) e non, ed europei. A monte stanno i risultati di un precedente progetto europeo, “MoveCare”, dedicato agli anziani. Oggi la platea a cui ci si riferisce raddoppia: oltre agli anziani, ci sono anche i bambini delle prime classi della scuola  primaria. Per entrambi i target, il progetto prevede la messa in funzione di una piattaforma informatica che segue i soggetti nelle loro abitazioni (non a caso, l’idea è nata durante il lockdown) e che, tramite specifici oggetti - penne sensorizzate, giochi interattivi - offre nuove modalità di interazione sociale e verifica l’eventuale insorgenza di segnali di declino fisico o cognitivo (per gli anziani) o di dislessia, disgrafia e discalculia (per i bambini). “L’obiettivo della piattaforma è creare un ecosistema che faciliti il collegamento tra famiglie, insegnanti e clinici per il bambino e tra gli utenti e i clinici di riferimento per gli anziani, per offrire il miglior sostegno possibile in caso di necessità - spiega la professoressa Simona Ferrante del Politecnico, coordinatrice del progetto - Sfruttiamo algoritmi di intelligenza artificiale per verificare specifici dati: nel caso in cui questi diventino anomali si avvisano l’utente, o il medico, o i genitori, o la scuola, a seconda del soggetto seguito, e si propongono attività di rinforzo o di supporto”. Per verificare se la piattaforma possa davvero dare frutti adeguati, si lavorerà per un anno intero sui target individuati: 60 anziani in Spagna e altrettanti alunni di prima e seconda primaria di una scuola lombarda (grazie alla collaborazione con l’Ufficio Scolastico territoriale di Varese). “Sarà una sperimentazione fatta ad hoc, per capire se una tecnologia di questo tipo possa poi essere usata nella vita quotidiana”, racconta Ferrante. E aggiunge un dettaglio “tenero”: l’inserimento dei bambini è legato anche alla volontà di ricreare un rapporto fra loro e gli anziani - che durante il lockdown spesso si è perso - con attività che prevedono la presenza congiunta di bimbi e “vecchietti”.

Condividi su:

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” rruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl