Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
Ricerca & Innovazione

Home > Ricerca & Innovazione > Tutti alla ricerca della glicoscienza

Barbara Richichi e Luigi Lay

Tutti alla ricerca della glicoscienza

Oltre cento partner in un progetto di open network legato all’uso dei carboidrati nella salute

La glicoscienza, o scienza che studia la struttura, la funzione e la chimica dei glicani e dei glicoconiugati, è un settore della ricerca che negli ultimi anni ha dato vita a molte scoperte importanti, spendibili su vari settori applicativi. È il momento giusto, allora, per incentivare ulteriori passi avanti, magari grazie a collaborazioni più estese e anche trasversali. È questo lo scopo di Innogly, un progetto finanziato dall’associazione Cost della Commissione Europea: un programma europeo il cui obiettivo base - a prescindere dallo specifico ambito - è proprio quello di favorire collaborazioni, creando network fra ricercatori, studenti, università, centri di ricerca e stakeholder. E da questo punto di vista Innogly sta andando forte: giunto a metà del cammino, ha già coinvolto oltre 100 partner da 27 Paesi, con la partecipazione di scienziati con background diversificati (non solo chimici, quindi, ma anche biologi, medici, fisici) e con la presenza di moltissimi giovani. “L’ingresso di nuovi partecipanti è sempre possibile, anche a progetto avanzato: la parola chiave è ‘inclusività’, c’è sempre spazio per entrare nella rete e utilizzare gli strumenti messi a disposizione”, spiegano i professori Luigi Lay (chair di Innogly) e Barbara Richichi (responsabile scientifico di Innogly e Leader del gruppo di lavoro sull’Immunità) rispettivamente dell’Università di Milano e di Firenze. Dal punto di vista della ricerca, il progetto è diviso in quattro gruppi di lavoro, corrispondenti al ruolo dei glicani in ambiti diversi: nei processi che riguardano la progressione del cancro; nei processi di autofagia; nel controllo dell’immunità in diverse patologie tra cui cancro, malattie infettive e autoimmuni; infine, nei glicosamminoglicani (i cosiddetti anticoagulanti). “La soddisfazione maggiore è legata a nuove collaborazioni e pubblicazioni - continuano Lay e Richichi - Ne sono arrivate tante, questo è importante. Così come diverse domande di finanziamento per progetti scientifici, un altro degli obiettivi della piattaforma.” Attività attraverso cui speriamo di chiarire sempre di più il ruolo di queste biomolecole negli eventi patologici. Inoltre, nella seconda parte del progetto, speriamo di coinvolgere maggiormente gli stakeholder. Cosa che nei mesi scorsi non è stata facile, proprio a causa della pandemia”. 
 

Condividi su:

Alcuni membri della Action al primo Meeting ad Ottobre 2019 a Santiago de Compostela

Una comunicazione autorevole
per le aziende

Attorno a Platinum “Aziende & Protagonisti” ruota un mondo di notizie, di informazioni, di progetti e di obiettivi per la promozione del business e la comunicazione imprenditoriale.

La rivista si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio.

Platinum “Aziende & Protagonisti” offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per pubblicizzare un’impresa con successo.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl